sabato 12 febbraio 2011

DONNE

Tutti in piazza. Tutti in piazza. Queste sono le parole d'ordine di domani, 13 febbraio 2011. Lo dicono politici vecchi e nuovi, sociologi, psicologi, opinionisti di tutte le risme. Domani infatti le donne d'Italia organizzano una manifestazione per riprendersi le libertà, il corpo, la leggerezza, il diritto di essere madri e mogli e donne, oltre tutto e tutti. Io credo che nessun uomo dovrebbe partecipare a quella manifestazione, meno che mai un politico. Lo credo perchè nel corteo che prese la Bastiglia il 14 luglio del 1789 la maggior parte erano donne. Lo credo perchè le dobbiamo lasciar fare, sicuramente faranno meglio di noi, piccoli e incapaci, troppo spesso perfino di amarle, le nostre donne, figurarsi di disegnare un domani migliore per loro e noi. Dobbiamo finalmente credere nella loro capacità di essere futuro più e meglio di noi, con le capacità e le caratteristiche che io credo loro dimostreranno di avere. Noi la nostra possibilità ce la siamo già giocata. Faremo i manovali di questa rivoluzione perchè non ci meritiamo di più. Allons madames de la Patrie.

Nessun commento:

Posta un commento