martedì 20 settembre 2011

MANUELA ( lettera agli italiani )

Tutti quanti abbiamo letto le intercettazioni (o almeno una parte) fatte al Presidente del Consiglio. Una in particolare pare aver toccato gli italiani, quella in cui si parla di Manuela Arcuri. Riassumendo pare che Berlusconi chiedesse a Tarantini (il tipo che gli procurava le puttane) di poter avere, in uno dei suoi incontri, proprio la Manuela nazionale. Pare che lei non abbia risposto di no sdegnata, anzi. Però prima voleva avere quello che le era stato promesso (una parte nel festival di Sanremo) e poi si sarebbe concessa. Alla fine tutto è saltato per un'intervista sul sesso che lei ha dato alle IENE e che il Presidente ha ritenuto essere troppo volgare (????). Ovviamente subito si è gridato allo scandalo e su tutti i giornali si è messo alla gogna la Arcuri. Ora, io non ho nessuna simpatia per la suddetta subrette, anzi, devo dire che mi sta particolarmente antipatica però non sopporto questo modo di fare tipico degli italiani di non avere mai il coraggio di combattere quando è il momento per poi sputare sul cadavere quando questo è già a terra inerte. Forse, domando al pubblico italiano, avevate bisogno delle intercettazioni di un magistrato per capire che la Arcuri è arrivata fino lì non proprio per le sue doti artistiche? L'avete mai vista una volta (dico almeno una) cantare bene,ballare volteggiando o recitare decentemente? E perchè non vi siete arrabbiati quando ve l'hanno propinata in RAI facendo pagare a voi (tramite il canone) le sue mediocri prestazioni artistiche? Anche questa volta il vostro miglior mentore (Silvio Berlusconi) è stato più furbo di voi. E' riuscito a far pagare a voi anche quelle che si fa lui di donne per giunta in carne ed ossa, mentre voi, per il gusto di vedere sul video un culo o una tetta ogni tanto siete disposti a pagare una marchetta di poco più di 100 euro alla RAI. Complimenti vivissimi.

Nessun commento:

Posta un commento